martedì 22 luglio 2014

stellamarina

Forse in questa estate che non è estate una strana apatia si è impossessata di noi, forse facciamo fatica a pensare alle vacanze, forse ci siamo già e non ce le stiamo godendo fino in fondo...si perchè ci sembra che l'estate ci stia scappando di mano e noi non abbiamo ancora sfoggiato tutti i nostri abitini e accessori...forse perchè manca poco e di questa estate ci resterà solo un ricordo fresco e bagnato.

Sarà per questo che la voglia di accessori che sanno di mare si fa sentire ancora più forte, sarà per questo che in questa estate il colore che preferisco è il blu: il colore del cielo, il colore del mare.

Cielo e mare uniti in questa collana interamente fatta a mano:



L'elemento principale è fatta a mano dalle bravissime ragazze della Buttonmad: il bottone in ceramica a forma di stella marina, in questo bellissimo colore blu intenso che fa da chiusura al girocollo.

Il resto fatto a mano da me: anelloni in argento 925 parzialmente fuso uniti da coppette patinate  con ammoniaca che da al rame bellissime sfumature turchesi.

Sul retro un cordino scamosciato anch'esso blu e con fermi anch'essi in argento 925.

Le nostre passioni unite a formare un gioiello, da sfoggiare (con fiducia) sulle nostre pelli abbronzate.


Tra qualche giorno online qui per poterla acquistare

E per acquistare solo i bottoni in ceramica qui

domenica 13 luglio 2014

Ciondolo dal sapore antico

Sul dizionario della lingua italiana la definizione di autodidatta è chiara:

 "Chi si è dato una cultura o un’istruzione senza frequentare la scuola e senza l’aiuto di insegnanti."

Quindi definirsi oggi autodidatti è un po' difficile: anche se non si è frequentata una scuola e non si ha avuto l'aiuto di insegnanti reali basta accendere il pc, inserire la parolina magica ed ecco che un meraviglioso mondo di scuole ed insegnanti appare li sul nostro schermo, certo chi più valido, chi meno.
Diciamo allora che si tratta di materie "diversamente insegnate" e "diversamente apprese".
Come ho detto spesso non è facile perchè cercarsi le informazioni da soli implica cocciutaggine e testardaggine, credere in quello che si vuole fare ed imparare. Cadere per le sconfitte ma sapere rialzarsi e ricominciare ancor più carichi di prima, essere sempre alla ricerca  del miglioramento.
Finora ho imparato così...ma...
ma arriva un momento in cui senti il bisogno di avere un insegnante vero, un maestro da ammirare, una persona da cui apprendere con una grande carica di umanità, con la voglia di trasmettere e condividere ciò che ha imparato e ciò che sa, una persona che abbia l'intelligenza di capire che chi impara non ti porta via il lavoro ma lo valorizza, capisce il significato e da un significato a tutto ciò che fai.
Così oggi ho fatto il mio primo corso, con il mio primo maestro orafo artigiano una bellissima persona, con una pazienza infinita che ci ha aiutato a capire, imparare, entrare nei dettagli, conoscere nuovi fantastici strumenti lontani dalle nostre "scorciatoie elettriche".

Così ho passato la mia giornata con traforo e lima tra le mani e questo è quello che ne è uscito...

Un ciondolo in ottone di lamina di 1 mm di spessore tutta lavorata a traforo

E la chicca dell'incastonatura di questo  cabochon in vetro

Certo siamo mooolto lontani dalla perfezione, bisogna lavorare ancora un bel po' di lima....ma sono troppo troppo soddisfatta.

Grazie al mio maestro Antonio Migliozzi

Buona settimana

giovedì 10 luglio 2014

bianco, rame e crochet

Creare, fare le foto, sistemarle, scrivere sul blog, caricare gli articoli nei negozi, condividerle su Pinterest, Flickr, Facebook...
Quasi un lavoro...
o forse proprio un lavoro...
Certo non lo ordina nessuno, resta comunque un hobby, che dovrebbe dare prima di tutto relax e piacere e, per quanto mi riguarda è proprio così, ma voler seguire tutto e bene in modo molto professionale richiede tempo e a volte costa fatica.
Ma ripaga, eccome!!! Ripaga in soddisfazioni, rapporti umani, nuove ed incredibili conoscenze,  ripaga quando ci si ritrova in situazioni incredibili ed impensabili.
Certo il tempo è quello che è e così capita che anche la più ligia delle blogger con 2 e a volte 3 post alla settimana, non trovi il tempo per scrivere....a luglio....quando tutto dovrebbe essere calmo, pacifico, assonnato, apatico, vacanziero...
Probabilmente questo luglio brianzolo,  fresco di giorno freddo la sera,  fa si che le nostre menti laboriose non rallentino neppure ora....
Ma un attimo stasera l'ho cercato per farvi vedere una creazione di qualche tempo fa, fatta con un piccolo e meraviglioso centrino a crochet regalo di una fantastica cliente.


Un tondo di rame, il pizzo a crochet, un fiorellino con un'incisione floreale un piccolo rivetto.

Minuscole perline di vetro bianco lattiginoso
catenina rolò

e sul retro del collo un cordino scamosciato bianco e un'altro fiore di rame che fa da chiusura.

Già con una nuova casa :)
Grazie a Morena per il piccolo pizzo

Non so che tempo faccia dalle vostre parti ma io voglio il caldo!!!!

Grazia

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...